Allenamento Mentale & Mindfulness, Blog, Felicità

Una metafora per la pazienza

Una metafora per la pazienza

La settimana scorsa ci siamo lasciati con un articolo sul “Trovare il tempo per essere Felice” (che puoi leggere cliccando su qui).

Mi auguro che anche tu abbia fatto i tuoi “esperimenti di lentezza”, per soffermarti ad apprezzare, sentirti respirare, sorridere, ringraziare.

Le prossime righe sono nate proprio grazie a quell’allenamento: grazie alla contemplazione, al tempo per osservare, ascoltare, imparare, incuriosirmi, aspettare.

C’è un gioco che mi è sempre piaciuto: estrarre metafore dalla realtà.

Lo faccio continuamente: sia con gli avvenimenti sgradevoli, che con quelli più belli e soprattutto con i cibi e la cucina, con i bambini (e le bambine) e con la Natura! Quante metafore traggo dalla Natura!

Una cosa che costantemente mi insegna con i suoi modi è la pazienza. Forse pensi che mi riferisca ai cicli, ai ritmi stagionali, ai tempi di maturazione, … Beh, no, o meglio, non solo. La pazienza grazie alla Natura la impari quando te ne prendi cura.

Nella mia campagna, periodicamente, mi trovo davanti ad alberi più o meno grandi e molto carichi di frutti, così come a lavori e faccende più o meno lunghe.

La Natura è abbondanza (seconda cosa che continuo ad imparare), e questo vale nel bene e nel male.

Quando c’è da falciare l’erba e preparare il terreno, o da raccogliere e spagliare l’origano; quando vuoi preparare le conserve o la frutta secca per l’inverno; quando è il tempo delle mandorle, delle olive, delle noci, beh, dietro ad ogni cosa ci sono tante piccole azioni che vanno assolutamente fatte con pazienza. Non potrebbe essere altrimenti.

I gelsi, per esempio, li hai mai raccolti? Sono dei frutti piccoli, simili alle more, sembrano grappolini d’uva in miniatura, e crescono su alberi sui quali ti puoi arrampicare. Il loro periodo naturale di raccolta è molto molto breve, una ventina di giorni, ma quando l’annata è buona, l’albero è davvero molto carico, ce ne sono a migliaia! Sono molto succosi quando sono maturi e sono anche estremamente delicati: se non li raccogli con cura, con tatto e attenzione, fai presto a schiacciarli. E poi, importantissimo, ti insegnano ad organizzarti e riempirti di pazienza: sì, perché essendo davvero tanti, tendi a confonderti e a passare da un ramo all’altro senza mai finirne uno.

E invece no: se vuoi far bene, stai su un ramo finché non lo finisci, e poi passi al successivo, con ordine.

Lineare, vero? Prima finisci una cosa e poi ne cominci un’altra… peccato che spesso ci troviamo a fare più cose contemporaneamente o ad agire senza uno schema chiaro o una direzione!

E che dire di quelle volte che hai tante cose da fare materialmente, con i lavori di casa, per esempio, o al lavoro, ti metti tutto davanti e ti confondi. Non sai da dove cominciare e salti da una cosa all’altra come facevo io con i rami del gelso.

Applicando la logica “stai su un ramo finché non lo finisci, e poi passi al successivo, con ordine” alle faccende quotidiane, ti assicuro che riesci a concentrarti meglio e far bene.

Il trucco, secondo me, è crearti un precedente: creati la possibilità di passare un momento per prenderti cura della Natura (piante, alberi, orticelli, quello che vuoi!) o, se proprio non riesci, trovati un diversivo da fare che all’inizio può sembrare “lungo” da fare, e completalo. Mi viene in mente un puzzle, per esempio.

Porta a termine una sola cosa per cui ti serve pazienza e avrai creato il tuo precedente. Tutte le volte che tenderai a fermarti o ad agire in maniera confusa davanti a qualcosa da fare, il tuo precedente significherà per te che se ce l’hai fatta una volta, puoi tranquillamente riuscirci anche quest’altra. E così successivamente, accumulando precedenti 😉

Ecco, queste per me sono le #MetaforePerCrescere.

Nel gruppo Facebook Felici per Scelta, che ormai conoscerai, tutte le settimane facciamo un allenamento mentale, linguistico, comportamentale o emozionale, e questa settimana stiamo facendo un gioco che consiste creare #MetaforePerCrescere tratte dalla vita quotidiana.

Se vuoi, puoi allenarti con noi e provare su di te se quello che hai letto è vero e utile. Puoi richiedere l’ammissione cliccando su “qui”.

Nel frattempo, che tu ti unisca o no, impara da quello che vivi e scegli oggi di essere Felice.

Un abbraccio&tantisorrisi,

Luana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *